Come fare con i Testimoni di Geova PDF Print E-mail
Written by Ileana Mortari   
Saturday, 05 October 2019 06:03

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin-top:0cm; mso-para-margin-right:0cm; mso-para-margin-bottom:10.0pt; mso-para-margin-left:0cm; line-height:115%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman","serif"; mso-fareast-language:EN-US;}

COME COMPORTARSI CON I TESTIMONI DI GEOVA CHE INCONTRIAMO PER STRADA O BUSSANO ALLA NOSTRA PORTA? 17 settembre 2019

Nel giugno 2019 su una pagina Facebook, alla domanda riportata nel titolo sono seguite ben 173 risposte: andavano dalla disponibilità al dialogo al netto rifiuto a causa dell’invadenza o dell’insistenza protratta.

Personalmente mi occupo dei TdG da due anni; studio la loro storia, l'uso o meglio lo stravolgimento che fanno della Bibbia, l'atteggiamento persecutorio e colpevolizzante verso chi dissente o esce, e tanto altro. Leggo libri di maestri come Minuti, Sconocchini, R.Franz, Polidori, etc. e mi informo da chi, in gruppi o associazioni, con l’aiuto di esperti, da oltre 30 anni cerca di dare una mano ai fuoriusciti.

Quanto al dialogo, inizialmente ho fatto alcuni tentativi. Ma l’esperienza mia - e di tanti altri - mi ha portato a questa conclusione: purtroppo con i TdG mancano fin dall’inizio le premesse per un dialogo corretto; essi non sono veramente interessati al pensiero dell'interlocutore; appena una persona si discosta dalle loro teorie, le dicono che ha capito male o che deve informarsi meglio; a parte qualche eccezione, in genere hanno un solo scopo: "conquistare" adepti e convincere la gente a fare lo “studio biblico”.

Se però si sapesse che dietro tale studio sta una traduzione dei testi originali ebraici e greci fatta dalla WatchTower, senza competenze adeguate, al solo scopo di dare una base scritturale alle dottrine geoviste e NON RICONOSCIUTA DA ALCUN BIBLISTA AL MONDO, magari una persona ci penserebbe due o più volte prima di accettare. Quindi, da parte mia, il “dialogo” verso i TdG consiste unicamente in questo, e lo faccio di cuore: prego spesso perchè sia accelerato il momento del loro "risveglio", con relativa uscita dalla Torre di Guardia, così che magari non facciano in tempo a generare figli, che dovrebbero portare le conseguenze (per lo più drammatiche) di una SCELTA NON LORO, e spesso e volentieri irreversibile.

Ho poi constatato, che, ad onta del nostro tempo telematico, in genere, se si esclude chi è stato danneggiato anche gravemente di persona o nella propria famiglia, c’è una vergognosa ignoranza riguardo alla Congregazione di Warwick. Solo un’accurata ed estesa prevenzione può ridurre danni a volte letali. Mi permetto pertanto di suggerire alcuni strumenti per una maggiore conoscenza: vari articoli sul sito www.chiediloallateologa.it, disponibili pure in cartaceo; il sito www.infotdgeova.it; il libro “Nella setta” di Gazzanni-Piccini, ediz. Fandango 2018.


Dott.ssa Ileana Mortari, saggista e studiosa dei NMR, Nuovi Movimenti Religiosi.

 

 


Powered by Joomla!. Designed by: business hosting virtual private server Valid XHTML and CSS.