Vang.f.giov.Pentec.ambr.B 20-5-18 PDF Print E-mail
Written by Ileana Mortari   
Wednesday, 16 May 2018 15:10

 

Breve riflessione sul vangelo festivo per giovani

20 maggio 2018 – Domenica di Pentecoste – Rito ambrosiano B

Giovanni 14,15-20

di Ileana Mortari

Oggi la Chiesa celebra il dono dello Spirito Santo, lo Spirito della verità, come dice Giovanni al v.17.

Abbiamo già visto, in passato, che Gesù è la verità, la sua Parola è verità e ora scopriamo che anche lo Spirito, terza Persona della SS.Trinità, è verità; così afferma anche la 1° Lettera di Giovanni 5,6: “Lo Spirito dà testimonianza [di Gesù], perché lo Spirito è la verità.

Egli dunque guiderà alla “verità tutta intera” (Giov.16,13)

Il termine “verità” ha diverse accezioni (vedi SMS del 17-5-09). Ora la verità di cui si parla qui non è qualcosa di astratto, di puramente concettuale o cognitivo, ma è piuttosto la “rivelazione” che Dio ha fatto di se stesso donandoci il Cristo, il quale è raggiungibile solo attraverso la fede: per questo il “mondo” incredulo non può né ricevere lo Spirito della verità, né conoscerlo (cfr. il v.17).

Spesso, in età giovanile ma non solo, ci si trova nella situazione in cui non si capisce se si è credenti o no, si prova un’attrazione verso la persona umana di Gesù, ma non si riesce ad accettare che è risorto, che è tuttora vivo, che ha compiuto dei miracoli………

Eppure, dall’altra parte, abbiamo affermazioni indubbiamente drastiche e impegnative: Io sono la verità, il Padre vi manderà lo Spirito della verità……Che fare? Forse una strada può essere quella della totale veracità con se stessi e con gli altri, del totale rifiuto di ogni forma anche piccola di menzogna, strada che porterà prima o poi all’incontro con quella Verità che sta all’origine e alla fine della nostra esistenza.

 

Last Updated on Wednesday, 16 May 2018 15:11
 


Powered by Joomla!. Designed by: business hosting virtual private server Valid XHTML and CSS.