Vang.f.giov.Pasqua ambr.B 1-4-18 PDF Print E-mail
Written by Ileana Mortari   
Thursday, 29 March 2018 07:24

 

Breve riflessione sul vangelo festivo per giovani -

1 aprile 2018 – Domenica di Pasqua – ciclo unico - Rito ambrosiano – Giovanni 20,11-18

di Ileana Mortari

Il Vangelo di oggi ci presenta il bellissimo e commovente episodio in cui Maria Maddalena riconosce il Signore risorto al suono della sua voce e vorrebbe trattenerlo là dove si trovano per adorarlo.

Ma chi è esattamente Maria Maddalena?

Originaria di Magdala (costa occidentale del lago di Tiberiade), Maria emerge all’improvviso nel vangelo di Luca (cap.8,1-3), in un elenco di discepole di Cristo: “Maria di Magdala, dalla quale erano usciti 7 demoni”. Il demonio, nel linguaggio evangelico, non è solo fonte di un male morale, ma anche fisico; il 7 poi è il numero simbolico della pienezza. La frase lucana indica dunque un male grave, morale, o fisico, o psichico (su cui non ci è dato sapere di più) che colpiva la donna e che Gesù aveva eliminato.

Nei secoli successivi però la tradizione popolare e quella artistica (che ha rappresentato la Maddalena innumerevoli volte) non hanno esitato a considerare la Maddalena una prostituta.

Perché? Per un motivo così banale che parrebbe perfino risibile! Nella pagina precedente di Luca (cap.7) si narra la storia di un’anonima peccatrice pubblica (vv.36-50) che, incurante delle convenzioni, entra in casa di un notabile fariseo, lava i piedi di Gesù – ospite di quella famiglia - con le sue lacrime, li asciuga con i suoi capelli e li cosparge di olio profumato, esprimendo così la sua grande riconoscenza al Maestro; fu ben presto facile identificare la peccatrice pubblica con la Maria Maddalena guarita dai 7 demoni; facile, ma assolutamente infondato!

E non è finita, perché in Giovanni (12,1-8) un’altra Maria (sorella di Marta e Lazzaro) compie verso Gesù lo stesso gesto di squisita attenzione; e allora ecco un ulteriore equivoco per Maria di Magdala, che alcune tradizioni popolari confondono con Maria di Betania.

La realtà è invece che Maria Maddalena facesse parte di quel gruppo di signore benestanti, in condizioni di assistere Gesù e gli apostoli con i loro beni, di cui parla Luca in 8,3.

Ella era certamente la più importante tra le donne che seguirono Gesù dalla Galilea a Gerusalemme, ed è ricordata in tutti e quattro i vangeli come testimone della crocefissione, sepoltura e resurrezione di Gesù.

 

Last Updated on Thursday, 29 March 2018 07:25
 


Powered by Joomla!. Designed by: business hosting virtual private server Valid XHTML and CSS.