Vang.f.giov.4° Quar.rom.B 11-3-18 PDF Print E-mail
Written by Ileana Mortari   
Wednesday, 07 March 2018 18:30

 

Breve riflessione sul vangelo festivo per giovani

11 marzo 2018 – 4° domenica di Quaresima B – Rito romano

Giovanni 3,14-21

di Ileana Mortari

Nel Vangelo di oggi c’è una frase molto rassicurante “Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di Lui” (v.17).

Purtroppo c’è ancora chi persiste nel ritenere Dio quel giudice inflessibile che va temuto più che amato; per non parlare di quelle parole che anche di recente ho udito: “Se io fossi Dio, farei questo e quello!”: non sono neppure degne di un commento, perché si giudicano da sole.

Molto interessanti mi sembrano al contrario quelle parole di S. Agostino, che il papa Benedetto XVI° citò in un Angelus del 2012: “Il medico, per quanto dipende da lui, viene per guarire il malato. Se uno non sta alle prescrizioni del medico, si rovina da solo. Il Salvatore è venuto nel mondo…..Se tu non vuoi essere salvato da Lui, ti giudicherai da te stesso…………Dio condanna i tuoi peccati; e, se anche tu li condanni, ti unisci a Dio….”

E’ importante allora accostarsi con regolarità al Sacramento della Riconciliazione, soprattutto in Quaresima, per ricevere il perdono del Signore e continuare a camminare sulla strada del Salvatore.

 

Last Updated on Wednesday, 07 March 2018 18:33
 


Powered by Joomla!. Designed by: business hosting virtual private server Valid XHTML and CSS.