Vang.f.giov.Dom.n.Ott.Nat.ambr.B 31-12-17 PDF Print E-mail
Written by Ileana Mortari   
Tuesday, 26 December 2017 18:43

 

Breve riflessione sul vangelo festivo per giovani

31 dicembre 2017 – Domenica nell’Ottava del Natale B – Rito ambrosiano - Giovanni 1, 1-14

di Ileana Mortari

Il brano evangelico odierno è quanto mai indicato per meditare lo straordinario mistero dell’Incarnazione del Verbo: il fatto eccezionale e straordinario che un Dio – dicesi un Dio!!!! – si fa uomo. Egli sarà un bambino e un uomo come gli altri e nello stesso tempo totalmente diverso dagli altri, assolutamente unico e assolutamente singolare.

v.3 a: “Tutto è stato fatto per mezzo di lui”; questo versetto chiaramente riecheggia quello di S. Paolo nella lettera ai Colossesi 1,16 d: “Tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui”. Dunque, secondo il Nuovo Testamento, Gesù Cristo è , in quanto Figlio di Dio, mediatore della creazione, poiché egli ne è l’inizio e la fine, l’alfa e l’omega.

“Il Figlio di Dio, mediante l’incarnazione, ha, per così dire, assunto in sé la materia cosmica. La pervade ed è presente in essa. Con la sua resurrezione ha trasformato la materia. In modo tutto particolare, questa forza trasformante è presente per noi nel segno eucaristico del pane e del vino. La mistica cosmica, come è stata vissuta nel nostro tempo soprattutto da Teilhard de Chardin, parla volentieri del “Cristo cosmico”………… Lo Spirito di Dio, donato agli uomini da Gesù risorto, elargisce vita: è principio dinamico, luce che rischiara, forza creatrice……………………..Tutto ciò che vive ha una storia comune e un medesimo fine: quello di una creazione nuova e compiuta. Questo compimento non è in nostro potere; rimane iniziativa e opera di Dio. Gli uomini però devono essere strumenti di quella pace che nel compimento della creazione regnerà su ogni cosa.” (fr. Hermann Schaluck ofm)

 

Last Updated on Tuesday, 26 December 2017 18:45
 


Powered by Joomla!. Designed by: business hosting virtual private server Valid XHTML and CSS.