Vang.f.giov.1°Avv.rom.B 3-12-17 PDF Print E-mail
Written by Ileana Mortari   
Thursday, 07 December 2017 12:00

 

SMS domenicale – Breve riflessione sul vangelo festivo per giovani -

3 dicembre 2017 – 1° domenica di Avvento B – Rito romano –

Marco 13, 33-37

di Ileana Mortari

Con oggi inizia un nuovo anno liturgico, cioè un anno di storia personale vissuto alla presenza di Dio, che ci parla ogni domenica nella Messa; il primo periodo di esso è l'AVVENTO. Dal latino "adventus", il termine significa "venuta" e va inteso in due sensi: la venuta del Natale, che si ripete ogni anno, come celebrazione della nascita di Gesù di Nazareth, Figlio di Dio; e la venuta nella gloria dello stesso Figlio di Dio alla fine della storia come Giudice Universale. Alla venuta di qualcuno corrisponde sempre un'attesa, ed è appunto questo atteggiamento di ATTESA che caratterizza l'Avvento; tra l'altro è utile ricordare che, se per il Natale l'attesa si limita alle sei settimane che lo precedono, l'altra attesa è ovviamente una dimensione di tutta la nostra vita, che ogni anno saggiamente la Chiesa ci ricorda.

Ora, come si configura per ciascuno di noi questa "attesa”?

Diversa è ovviamente la risposta se si crede in Gesù oppure no. Nel primo caso l'attesa comporta l'impegno di una rinnovata conversione e di un più ampio spazio dato alla lettura del Vangelo, alla meditazione e alla preghiera; nel secondo caso ritengo la si possa interpretare come rinnovata e approfondita riflessione su ciò che è per ciascuno di noi la realizzazione di sè, il proprio codice etico, l'insieme dei valori e anche come invito ad impegnarsi di più nel viverli, anche perchè il Natale è per tutti (aldilà delle proprie credenze) un messaggio di pace, fratellanza e solidarietà.

 

Last Updated on Thursday, 07 December 2017 21:45
 


Powered by Joomla!. Designed by: business hosting virtual private server Valid XHTML and CSS.