Gabriel Garcia Marquez '14
Written by Ileana Mortari   
Monday, 21 April 2014 18:10

 

Gabriel Garcia Marquez, il grande scrittore colombiano che ci regalò la magia di “Cent’anni di solitudine”, si è spento giovedì 17 aprile 2014 a Città del Messico, dopo una lunga malattia.

Ritengo di onorarne la memoria pubblicando nella rubrica del sito “Leggere, che passione!” (anno III°, n.1) la mia ampia recensione del suo capolavoro, uscita nel 1983 su “Inchiostro”, rivista culturale per studenti. Invito a leggerla soprattutto i giovani, che forse nemmeno conoscono questo grande scrittore, la cui produzione (dal 1955 al 1994) è stata raccolta nel 2005 in due Meridiani Mondadori. Con l'occasione ricordo che nella medesima rubrica c'è un numero (anno I° n.1) che presenta i libri "classici" che ciascuno nel corso della sua vita è invitato a leggere.

 

Last Updated on Friday, 25 April 2014 16:04
 
Benvenuti nel sito!
Written by Ileana Mortari   
Wednesday, 27 August 2008 15:20

Buongiorno a tutti! Sono Ileana, docente di italiano e latino e teologa, caratterizzata da viva curiositas per la cultura in generale. Disponendo di questo straordinario strumento che è il WEB, ho pensato anch’io di aprire un nuovo sito. A che scopo? Chiunque abbia interessi, domande, dubbi, idee poco chiare, desiderio di approfondire e confrontarsi, a proposito di Bibbia, religione, teologia, può interpellarmi all'indirizzo This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it ; da parte mia cercherò di soddisfare le richieste nel modo più esauriente e approfondito possibile. Un grazie anticipato per la collaborazione! Il sito presenta molto materiale, biblico e non; in particolare segnalo i miei commenti al vangelo festivo, sia in rito romano che ambrosiano, alla voce "Vangelo festivo". Buona esplorazione! Ileana Mortari

Last Updated on Tuesday, 22 April 2014 21:46
 
Cronistoria di Ileana Mortari
Written by Ileana Mortari   
Sunday, 07 September 2008 12:44

CRONISTORIA DI ILEANA MORTARI

Nasce a Milano il 22 febbraio 1948; frequenta il liceo classico “Berchet”, poi la Facoltà di Lettere Moderne presso l’Università Cattolica di Milano,laureandosi a pieni voti e consegue l’abilitazione all’insegnamento. Svolge la sua attività dapprima (4 anni) presso le scuole medie di Milano (la “Tito Livio”) e Codogno (Piacenza), quindi al Liceo Scientifico “Primo Levi” di S.Donato Milanese: dopo quattro anni di biennio, passa al triennio del corso B, dove rimane fino al 24 novembre 2.000. Gravi motivi di salute, ormai incompatibile con l’insegnamento, la costringono a chiedere di essere utilizzata in altro incarico e passa così a lavorare nella Biblioteca Scolastica dell’ITSOS (Istituto Tecnico Statale ad Ordinamento Speciale – è una scuola multimediale) di via S.Dionigi (MI), dove resta fino al sospirato pensionamento (31/8/05), sottolineato da una megafesta con 250 partecipanti, nella quale ha modo anche di ricordare il 33° anniversario della sua consacrazione laicale. Pur avendo sempre insegnato volentieri e con grandi soddisfazioni (e lo stesso dicasi per il breve periodo in biblioteca), alla cessazione dell’impegno scolastico può dedicarsi a tempo pieno ad un’altra attività già parzialmente intrapresa nel 2.000, dopo aver conseguito il Baccalaureato in Teologia presso la Facoltà Teologica Interregionale di Milano: tenere in città e provincia corsi biblico-teologici, che spaziano dall’esegesi di singoli libri della Scrittura a problematiche di attualità, come nel complesso ciclo di incontri sui vari aspetti del male tenuto nel 2006/7. Dal 2008 al 2011 ha fatto parte della Consulta dell’Apostolato Biblico della diocesi di Milano. All’attività teologica ha affiancato per nove anni (dal 2004 al 2013) la conduzione di un vivace gruppo di giovani sotto i trent’anni, con i quali ha affrontato le tematiche più svariate, a loro richiesta: dalla libertà all’eutanasia, dalla preghiera al male nelle varie religioni, etc. Da sempre impegnata in un‘associazione onlus per l’adozione a distanza di bambini ugandesi (di nome “Good Samaritan” - cfr. il sito www.good-samaritan.it), si interessa molto alle tematiche del Terzo mondo e del sottosviluppo, diffondendo informazione alternativa a circa 700 destinatari via e-mail.

Last Updated on Thursday, 16 January 2014 19:15
 
More Articles...
« StartPrev12NextEnd »

Page 1 of 2

Chi e' online

We have 2 guests online

Sms Domenicale

SMS domenicale – Breve riflessione sul vangelo festivo per giovani

25 dicembre 2014 – Natale del Signore – Rito romano e ambrosiano

Giovanni 1, 1-18 (rom.); 9-14 (ambr.)

di Ileana Mortari

Il brano evangelico odierno viene letto durante la S.Messa della notte di Natale nel rito ambrosiano e in quella del giorno nel rito romano ed è quanto mai indicato per meditare lo straordinario mistero dell’Incarnazione del Verbo: il fatto eccezionale e straordinario che un Dio – dicesi un Dio!!!! – si fa uomo e oggi ne celebriamo la nascita. Egli sarà un bambino e un uomo come gli altri e nello stesso tempo totalmente diverso dagli altri, assolutamente unico e assolutamente singolare.

v.3 a: “Tutto è stato fatto per mezzo di lui”; questo versetto chiaramente riecheggia quello di S. Paolo nella lettera ai Colossesi 1,16 d: “Tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui”. Dunque, secondo il Nuovo Testamento, Gesù Cristo è , in quanto Figlio di Dio, mediatore della creazione, poiché egli ne è l’inizio e la fine, l’alfa e l’omega.

“Il Figlio di Dio, mediante l’incarnazione, ha, per così dire, assunto in sé la materia cosmica. La pervade ed è presente in essa. Con la sua resurrezione ha trasformato la materia. In modo tutto particolare, questa forza trasformante è presente per noi nel segno eucaristico del pane e del vino. La mistica cosmica, come è stata vissuta nel nostro tempo soprattutto da Teilhard de Chardin, parla volentieri del “Cristo cosmico”………… Lo Spirito di Dio, donato agli uomini da Gesù risorto, elargisce vita: è principio dinamico, luce che rischiara, forza creatrice……………………..Tutto ciò che vive ha una storia comune e un medesimo fine: quello di una creazione nuova e compiuta. Questo compimento non è in nostro potere; rimane iniziativa e opera di Dio. Gli uomini però devono essere strumenti di quella pace che nel compimento della creazione regnerà su ogni cosa.” (fr. Hermann Schaluck ofm)

 



I piu' letti


Powered by Joomla!. Designed by: business hosting virtual private server Valid XHTML and CSS.